Il progetto

1. IL PROGETTO DELL’ORCHESTRA
L’esperienza musicale è un’esperienza di consapevolezza, di conoscenza profonda dell’uomo, del mondo e della realtà. Il suono, fenomeno fisico che nella azione umana si realizza nella espirazione, si modella e diviene gesto, attraverso l’azione sui suoi parametri: altezza, intensità, timbro, durata e il gioco di relazioni che i suoni stessi realizzano nella piena coerenza con il codice di composizione stabilito.
Il pensiero dell’autore prende così forma in sculture sonore, che raccontano le molteplici dimensioni della vita, delle cose e dell’esperienza umana diventando così rappresentazione di un pensiero, della percezione dell’uomo e del mondo, del gioco di relazioni che caratterizza l’esperienza umana.
Si propone, nell’ambito delle sperimentazioni legate a Musica 2020, la realizzazione di un laboratorio orchestrale sperimentale, di grande spessore artistico, educativo e sociale, ispirato a El Sistema di orchestre giovanili venezuelane diretto dall’ex Ministro della Cultura Josè Antonio Abreu, che porterà alla creazione di un’Orchestra Sinfonica infantile e di giovani di oltre trentasette giovani musicisti.
Il progetto artistico e culturale nasce da un riferimento preciso: il sistema pedagogico-musicale creato in Venezuela da José Antonio Abreu, musicista ed ex ministro della cultura del Venezuela, piccolo e minuto come un giunco ricurvo, soprannominato “papa-dio” in patria, dove lo considerano un mito vivente, sintetizza il sistema di orchestre che, nell’arco di un trentennio e con sovvenzioni pubbliche, ha organizzato una rete d’istruzione musicale che riunisce in 180 orchestre 350.000 bambini e ragazzi provenienti dai barrios più poveri del Venezuela, spesso con disabilità fisiche o psichiche. El Sistema «mira ad organizzare sistematicamente l’educazione musicale e a promuovere la pratica collettiva della musica attraverso orchestre sinfoniche e cori come mezzo di organizzazione e sviluppo della comunità» (FESNOJIV).
Il progetto è finalizzato a interessare alla musica e sedurre esteticamente i ragazzi, grazie alla bellezza dell’esperienza musicale realizzata attraverso l’esecuzione orchestrale, resa semplice dal nostro approccio pratico, al fine di aiutare a prevenire o a superare il disagio e la dispersione scolastica, suscitare energie positive in grado di far crescere nella consapevolezza di se stessi e del sistema di valori nel quale si è inseriti, di far emergere e dare forma alle qualità umane e sociali presenti in ogni persona.
Si lavorerà quindi per favorire e integrare positivamente nel gruppo i bambini e i ragazzi in situazione di disagio, a recuperarne e potenziarne le competenze, a sviluppare attitudini ed abilità e a favorire le capacità di socializzazione e di cooperazione.

L’attività musicale è intesa, dunque, come motore di sviluppo della persona, della
sicurezza individuale e della capacità di integrarsi con gli altri e, in senso più generale,
come mezzo per promuovere e sviluppare nei giovani la capacità di star bene insieme.

2. IL FARE
L’approccio della didattica reticolare non persegue come prioritario l’obiettivo tecnico,
comunque verificabile e rettificabile successivamente, ma il metodo di trasmissione
delle competenze come sapere complesso (…non complicato).
Saranno individuati trentasette bambini e ragazzi che, senza alcun onere economico e
senza alcuna preparazione pregressa o selezione attitudinale, costituiranno l’Orchestra
Sinfonica dei Quartieri Spagnoli.

Gli strumenti dell’orchestra saranno:
12 violini
4 viole
4 violoncelli
2 contrabbassi
2 flauti
2 oboi
2 clarinetti
2 fagotti
2 corni
2 trombe
1 trombone
percussioni
Lo strumento sarà dato gratuitamente in dotazione.
Il lavoro con i ragazzi si articolerà in due momenti: la prova d’Orchestra e la prova individuale.

Ogni prova d’Orchestra sarà divisa in 3 momenti:
1. body percussion, vocalità corale, proiezione di video didattici;
2. Orchestra strumentale. (I Maestri affiancano gli Allievi nelle prove di orchestra);
3. Lezione strumentale, che avrà come obiettivo l’acquisizione delle abilità tecniche
necessarie alla realizzazione dei brani di orchestra.

Durante la prima parte i ragazzi interagiranno con il gesto del direttore e con la
notazione tradizionale, grazie alla body percussion (suonando con il corpo leggendo lo
spartito musicale) e grazie alla lettura e all’improvvisazione corale. Dopo una breve
visione di video, inizieranno a provare in orchestra con giochi musicali pensati per
ottimizzare il primo approccio con la posizione degli strumenti e degli archi e infine
eseguiranno un brano con l’ausilio di una base orchestrale pre-registrata per poter
provare da subito l’emozione di suonare con una vera orchestra.
Infine, a turno i bambini faranno lezione di tecnica strumentale con l’efficace
metodologia della collaborative learning.
Le ultime lezioni vedranno l’unione di tutta l’orchestra in un organico per eseguire un
brano sinfonico.

Il Gruppo dei Docenti svilupperà e realizzerà il Progetto dell’Orchestra Sinfonica dei
Quartieri Spagnoli, condividendo le conoscenze e i saperi dei singoli in un’azione
didattica sinergica orientata al raggiungimento degli obiettivi formativi musicali e
sociali definiti.
I docenti terranno continuative attività musicali e di concerti, da solista, in formazioni
da camera e in gruppo strumentale, con l’obiettivo di essere per i giovani musicisti un
modello umano e professionale degli obiettivi di lavoro e, per il territorio, realizzatori
di un percorso culturale musicale.
Il progetto si realizzerà rispondendo alle esigenze espresse dal Sistema Italiano delle
Orchestre Infantili Giovanili:

  • I giovani musicisti, fruiranno del percorso in maniera assolutamente gratuito sia per l’uso dello strumento, sia per quanto concerne il costo delle lezioni.
  • Il progetto inizia con la garanzia di piena continuità a partire da questo primo anno.
  • I giovani musicisti suoneranno lo strumento in formazione orchestrale fin dal primo giorno di inizio del Progetto.

3. ECCO L’ORCHESTRA
I ragazzi suoneranno già dal primo giorno, già dalla prima prova d’Orchestra.
Le attività inizieranno con una serie di incontri da realizzare nell’arco di una settimana.
Gli incontri vedranno la presenza e la azione di diversi musicisti esperti nella
realizzazione di tale percorso:

  • Un musicista che ha vissuto personalmente l’esperienza didattica e di orchestracon Josè Antonio Abreu;
  • Il M° Andrea Gargiulo, tra i massimi esperti e realizzatori in Italia di orchestre Infantili;
  • Il M° Giuseppe Mallozzi, Direttore Principale dell’Orchestra Sinfonica deiQuartieri Spagnoli e Responsabile Artistico e Didattico del Progetto.

Napoli, 27/11/2013

Il Presidente – Enzo De Paola